Just another A-Nuclear site

Articoli con tag “anti-nucleare

Nucleare : nulla da segnalare

Documentario sullo sfruttamento dell’ energia nucleare in Francia e sui lavoratori dell’ atomo.




Galleria

Protesta anti-nucleare a Tokio

“Several thousand Japanese anti-nuclear protesters marched in the rain on Saturday (7 may 2011), welcoming a call from the prime minister to shut down a plant in central Japan ( the Hamaoka NPP) and urging him to close more to avoid another nuclear crisis.” Reuters (9 May 2011)


La lotta antinucleare di Plogoff .

Documentario completo su youtube (playlist)


Pietre contro Fucili.

Documentario autoprodotto del 1980. Plogoff: un intero paese contro la costruzione di una Centrale Nucleare. A breve le altre parti.


Dove vanno le scorie nucleari ?

Attualmente vengono principalmente proposti due modi per depositare le scorie (preventivamente solidificate se liquide o gassose): per le scorie a basso livello di radioattività si ricorre al deposito superficiale, ovvero il confinamento in aree terrene protette e contenute all’interno di barriere ingegneristiche; per le scorie a più alto livello di radioattività si propone invece il deposito geologico, ovvero allo stoccaggio in bunker sotterranei profondi e schermati in modo da evitare la fuoriuscita di radioattività nell’ambiente esterno.

Il deposito di Asse (distretto di Wolfenbüttel nel sud-est della Bassa Sassonia) fu ricavato in una miniera di sale (precisamente di potassa) aperta dagli inizi del 1900. Venne inizialmente studiato negli anni sessanta e raggiunge una profondità di 750 metri. In seguito allo scavo di ulteriori camere per lo stoccaggio di rifiuti a bassa e media attività, venne raggiunta la parte più esterna della miniera. Data la conformazione delle rocce e dell’uso abbastanza intensivo della miniera, oltre che l’uso di materiale di riempimento, negli anni si è avuto un deciso aumento delle infiltrazioni d’acqua, andando ad intaccare la tenuta di alcuni contenitore che contenevano i rifiuti radioattivi, e causando perdite di cesio. Nonostante si ritenga generalmente che le miniere di sale siano immuni alle infiltrazioni d’acqua e geologicamente stabili, e pertanto adatte ad ospitare per migliaia di anni le scorie nucleari, nel caso di Asse le infitrazioni ci sono e le perdite di sostanze radioattive sono state rilevate per la prima volta già nel 1988, ovvero dopo una quindicina d’anni.

Una delle tante azioni contro le centrali nucleari in Germania. Gli attivisti cercano di occupare i binari dove deve passare un treno carico di scorie radioattive, il convoglio Castor , che trasporta tonnellate di scorie verso un giacimento di salgemma a Gorleben.